Via Goffredo Mameli, 9, 00153 Roma RM
0658335405 - 3393834673

Insidie nella spedizione di un assegno tramite posta

Assegno sottratto e pagato a non legittimato: invio tramite posta può essere concorso di colpa?

avv. Vincenzo Vingolo

 

Rimessione al Primo Presidente per l’eventuale assegnazione alle Sezioni unite. Questione: Se l’invio per posta ordinaria dell’assegno non trasferibile, che venga sottratto e pagato a soggetto non legittimato, possa costituire condotta idonea, ex art.1227, comma 1, cc, ad integrare il concorso di colpa del mittente con riguardo al pagamento dell’assegno a soggetto diverso dal beneficiario.

PRECEDENTI

Non c’è concorso.-Cass. 2010 n.7618: non ci può essere alcun concorso di colpa in quanto l’evento produttivo del danno è determinato dal pagamento dell’istituto di credito a soggetto estraneo al rapporto cartolare.-Cass.2018 n.2520 (Cass. 2014 n.23460; Cass. 2017 n.4381; Cass 2017 n.30665): l’evento dannoso non dipende dall’inoltro dell’assegno a mezzo plico postale. 

C’è concorso. Cass.2016 n.24659; Cass. 2016 n.3406; Cass. 2019 n.6979. Dall’altro lato da diverse decisioni è stato ravvisato il concorso di colpa nella misura del 50% in capo al soggetto che aveva spedito il plico per posta ordinaria.

CORTE DI CASSAZIONE. Ravvisa la necessità di un approfondimento in quanto il primo gruppo di sentenze si basa su di una responsabilità oggettiva dell’istituto di credito, posizione che per l’attuale diritto vivente deve essere almeno di natura colposa ( Cass. Sez. unite 21.05.18 n.12477). Si chiede se la scelta di spedire un assegno a mezzo posta, in particolare utilizzando un’opzione che non permetta di seguire il plico e la sua consegna, sia davvero causalmente neutra, al fine di affermare la responsabilità esclusiva del banchiere che quell’assegno trafugato e poi messo all’incasso dal non legittimato, abbia pagato. Il fatto colposo del danneggiato, idoneo a diminuire l’entità del risarcimento ex art.1227, comma 1, cc, comprende qualsiasi condotta negligente o imprudente che costituisca causa dell’evento, quindi anche un comportamento antecedente all’altrui illecito. La colpa in ambito civile consiste nella deviazione da una regola di condotta sia essa imposta da una norma, prevista da un patto contrattuale o dettata dalla comune prudenza.

L’invio a mezzo posta potrebbe essere una possibile concausa del danno come violazione di una regola di legge o di contratto; dai regolamenti postali possiamo dedurre delle indicazioni di particolari accorgimenti e cautele richiesti a chi invia somme di danaro (spedizione assicurata, raccomandata assicurata, raccomandata con tracciabilità).